ANTENNA EH 144MHz

Poche ore libere sono state sufficienti per togliermi una curiosità che mi portavo avanti da tempo. Come funziona la tanto vessata EH Antenna? Della Cobra per i 40 metri, acquistata usata, mi ricordo che funzionava in maniera altalenante, molto legata alla locazione in cui veniva installata. Per i collegamenti in PSK31 non era malaccio ma non ho mai potuto fare una vero e proprio test causa il poco spazio per altre antenne su quella frequenza. Anche ora un dipolo full size posizionato in maniera decente resta un sogno. Come comparazione quindi utilizzerò la frequenza VHF dei 2 metri in modo da poter avere più di un antenna come riferimento. Partendo dallo schema sotto proposto, ideato da IW0BZD e trovato tra le pagine del sito OfficinaHF, ho allestito il tutto in maniera molto “precaria” ma più che sufficiente per una prova.

 Unico intoppo il condensatore variabile da 2-8 pF che in cantina proprio non avevo. Qualche rapido calcolo è ho trovato la soluzione in un condensatore fatto con della basetta in vetronite a 2 facce. Nel dettaglio sono partito da un quadratino di 16 mm che in fase di taratura ho ritoccato con un minuscola lima. Dal punto di vista realizzativo le dimensioni non hanno agevolato il lavoro. Far passare il cavo da 1.5 all’interno del tubicino da 12 mm facendo in modo che resti teso non è stato facilissimo, ma se ci sono riuscito io… ci riuscirà chiunque.

Ho mantenuto tutte le misure indicate, tranne per i 2 cilindri che invece di 41×12 mm, ho realizzato da 45×12 mm. Ho preferito abbondare ma alla fine non ho dovuto ritoccare nulla. I 45 mm si sono rivelati perfetti in fase di taratura. L’antenna è settata per i 144.300 Mhz con un SWR di 1.04  In 145.500 Mhz (zona ripetitori) sono ancora con SWR a 1,6 quindi nulla di drammatico. Come paragone per il test ho utilizzato lo Yaesu 817ND con 5 watt e 2 antenne per palmari: Nagoia NA 771 e una Tagra A-144SM. Come test empirico, ho provato a collegare tutti i ripetitori VHF in regione. I risultati sono i seguenti:

  • Con la Nagoia ho collegato R5 (San Simeone), l’R1a (Torreano di Cividale).
  • Con la Tagra oltre a quelli sopra indicati ho agganciato anche l’R6 (Piancavallo- PN)
  • Con la EH ??? Tutti i ripetitori regionali ad eccezione del R2a di Tarvisio. Quindi 6 ripetitori nonostante fosse tarata per una frequenza di oltre 1 MHz più bassa. Ha collegato praticamente tutto da Aviano a Trieste. Oltretutto devo aver agganciato anche un secondo R5 poiché si percepiva distintamente una seconda coda di chiusura dopo quella dell’ R5 del San Simeone.
Condensatore da “scarto”
Antenna provvisoria

Come ulteriore prova, ho collegato la Comet SB3 della mia macchina allo Yaesu ed ho riprovato il test. Nonostante sia riuscito ad aprire i ponti di Aviano, Piancavallo, San Simeone, Cividale, Enemonzo e Maniago, non sono riuscito a collegare Trieste. I risultati ottenuti quindi, sono stati ugualmente inferiori alla EH

CONCLUSIONI:

Funziona? Si decisamente meglio di altre antenne da palmare. La prossima uscita SOTA mi farà compagnia nello zaino e la testerò anche in 144 SSB. Per il momento vale la pena spendere 60 centesimi per comprare un condensatore variabile “vero”, sostituire quello in vetronite e chiudere il tutto con una guaina termorestringente in modo da donarle un aspetto professionale.

I miei migliori 73

2 pensieri riguardo “ANTENNA EH 144MHz”

    1. Ciao, l’ho replicata ieri mantenendo le misure originali suggerite dalle immagini da te postate. Mi risuona alta intorno ai 146.8 mhz.
      Probabilmente hai fatto bene a lasciare qualche millimetro in più sui cilindri.
      Ti suggerisco di creargli una protezione con tubo in PVC da elettricista, risulterebbe più protetta che con la guaina termo restringente.
      73

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *