6° SOTA DAY ITALIA Monte Cuarnan

Ed eccoci al tanto atteso SotaDay n°6. La cima scelta è il Monte Cuarnan, praticamente dietro casa, ma dal momento della selezione della cima ad oggi, purtroppo ci sono stati vari problemi che hanno rischiato di far saltare l’uscita.

Monte Cuarnan

In primis la défaillace di IW3RPY Paolo che per cause mediche ha dovuto alzare momentanea bandiera bianca. Nulla a procedere nemmeno per IW3SIP causa concomitanze matrimoniali e alla resa dei conti mi ritrovo da solo con un’antenna LFA da 4 metri costruita per l’occasione. Primo dubbio… ce la faccio a portare da solo tutta l’antenna divisa in due sezioni più il mast?

LFA 8 elementi

Meglio se ricado in una 4 elementi facilmente “zainabile”? Considerato che la cima prescelta non è per nulla impegnativa, decido di partire con l’artiglieria pesante. Onestamente portarsi 2 boom da 2 metri in un sottobosco di faggi risulterà essere una scelta azzardata ma in 50 minuti raggiungo la meta con ancora tutti i pezzi dell’antenna. Il monte di domenica è piuttosto trafficato e la temperatura mite di questi giorni mi fa propendere per posizionarmi  leggermente spostato dalla vetta in modo da non disturbare gli eventuali visitatori.

Selfie

Montato il mast in vetroresina da 6 metri e posizionato l’antenna sono pronto. Mancano 5 minuti alle 10, controllo il ROS, traccio un improvvisato goniometro con gli angoli di puntamento e si inizia!!! Mi accorgo subito che la LFA 8 elementi è meravigliosa, solo che avendo un lobo d’irradiazione piuttosto stretto mi obbligherà a ruotarla assai spesso. Rispetto agli scorsi anni la propagazione non è una grande cosa. Collego le zone 1, 2, 3, 4, 5 e 0, ma quest’anno la Sardegna resta un utopia e dopo qualche prova desisto dal tentare di collegare il sud Italia dove provo per 20 minuti senza nessun responso.

Log e puntamenti

Riesco a estrarre dal QRM qualche attivatore dal Piemonte ma purtroppo non mi sentono quindi torno ad orientare l’antenna tra Veneto ed Emilia Romagna. Rispondo ad una chiamata dalla Croazia, mentre dalla malga sottostante saliva un incredibile profumo di grigliata…. Lo stomaco ha deciso che è ora di sbaraccare. Quasi 5 ore in trasmissione e la batteria al litio segna ancora il 75 percento di disponibilità, buono a sapersi in vista delle prossime uscite di 2 giorni su montagne meno accessibili. Scendo abbastanza rapido, soddisfatto della camminata e del comportamento della LFA. E adesso, a me la malga!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *